Servizio di Audit al processo di conservazione digitale


Il processo di conservazione deve essere sottoposto costantemente a revisione per verificarne la conformità e riscontrare eventuali difformità rispetto alle norme generali ed evitare così, che il documento sottoposto al processo di conservazione, possa essere considerato non valido da parte delle autorità competenti.

Perché fare Audit?


In generale il servizio di audit si rivolge ad enti e ad imprese che vogliono avere una verifica “super partes” dello stato relativo alle procedure implementate sul corretto processo di conservazione digitale e fatturazione elettronica, sia da un punto di vista tecnologico che procedurale.

Scopi e obiettivi dell’Audit


L’audit è una attività di consulenza e assistenza alle imprese con lo scopo di abbassare i rischi connessi alla loro attività, massimizzando efficienza ed efficacia. E’ un processo ciclico di miglioramento degli aspetti tecnico professionali e si basa sulla revisione delle procedure di conservazione digitale e fatturazione elettronica.
Il servizio di audit è un servizio per la direzione, che risponde in prima persona a tutto ciò che riguarda il processo e deve quindi governare in maniera efficace sia risorse tecnologiche che gestionali.

  • Auditing del software di conservazione digitale e fatturazione elettronica.
  • Audit sulla corrispondenza del software di conservazione digitale allo standard OAIS.
  • Audit sulla corrispondenza del software di conservazione digitale alle Regole Tecniche dell’Agenzia per l’Italia Digitale.
  • Audit sul Contrassegno Elettronico.